[Patrick] mi disse: "Diventerai un regista o un produttore o qualunque altra cosa tu voglia, ma non sarai mai una star. [...] Le persone che ti conosceranno e con cui lavorerai ti rispetteranno, ma la cosa non ti renderà felice, perché ciò che vuoi davvero è sconfiggere questa insicurezza che ti porti dentro. Vorresti essere il tipo fico, quello sempre sulla cresta dell'onda, attorno al quale tutti si raccolgono. Ma questa tua timidezza te lo impedirà. Ogni volta che ti si presenterà una possibilità di essere al centro dell'attenzione, ti tirerai indietro. Dirai 'Oh, non è che sia stato davvero merito mio, io sono un tipo normale, uno come tanti.'"

The Making of Prince of Persia è un ebook che raccoglie alcuni estratti dei diari che Jordan Mechner ha cominciato a scrivere nell'85, l'anno in cui si laureò e in cui cominciò a lavorare a quello che sarebbe diventato il suo titolo più famoso. Sono righe piuttosto intime, che contengono sì gustosissimi dettagli e retroscena sulla lavorazione del gioco, ma che - specie da metà libro in poi, quando si passa al periodo successivo alla pubblicazione di Prince of Persia - offrono soprattutto uno spaccato a 360 gradi della vita dell'autore, attraverso uno sguardo talvolta anche impietoso, come nel passaggio che ho riportato in apertura.

Ne esce fuori il ritratto di una persona controllata ma inquieta, che non arriva mai a definirsi in maniera conclusiva - sempre in bilico tra la passione per il cinema e quella per i videogiochi, nostalgica di posti, situazioni e sensazioni che magari fino a qualche tempo prima aveva odiato, mai contenta fino in fondo di ciò che è e di ciò che ha. Una persona che forse non sarà mai una star, ma che per molti è semplicemente uno dei più importanti game designer dell'occidente.

Molti degli estratti contenuti nell'ebook in realtà erano già stati pubblicati gratis online, alcuni anche arricchiti da filmati e immagini d'epoca non presenti in questa nuova versione